09.07.2007

Filosofia feng shui scritto in Feng Shui
inserisci un commento


La casa, ha relazioni profonde con la salute e lo stile di vita di chi la abita. L’armonia e l’equilibrio tra noi e il nostro contesto quotidiano sono le condizioni necessarie per creare benessere. Allo stesso modo, la sistemazione e l’organizzazione degli spazi di un luogo di lavoro hanno effetti concreti su produttività e benessere del personale, come sul buon rapporto con i clienti.

Un buon consulente di Feng Shui è in grado di adattare l’ambiente affinchè il Chi (l’energia) possa fluire liberamente e armoniosamente portando benessere, salute e prosperità alle persone.

Ma come fare?
Cominciamo con il dire che tutto cio’ che ci circonda puo’ essere classificato per elemento. Ne riconosciamo 5: Legno, Fuoco, Terra, Metallo, Acqua. A questi elementi sono associati diversi tipi di energie, di forme, di materiali, di colori. Quando ad esempio parliamo dell’elemento Legno, possiamo pensare alla crescita, ad una forma allungata, al colore verde, al materiale legno. Ogni elemento ha percio’ sue caratteristiche peculiari. Questi elementi sono in rapporto dinamico tra loro, in una relazione che a seconda dei casi puo’ essere di nutrimento, di indebolimento o di controllo. In questo modo il ciclo di crescita e nutrimento Legno, Fuoco, Terra, Metallo, Acqua a lettura invertita puo’ diventare di indebolimento. Pensiamo al Legno, nutre il Fuoco, lo rende più vigoroso e al tempo stesso viene da questi indebolito. Esiste poi una terza relazione, quella di controllo. Il Fuoco controlla il Metallo (lo fonde) e questi a sua volta controlla il Legno (lo taglia) e via via così tra gli elementi Legno/Terra, Terra/Acqua, Acqua/Fuoco. Prima di addentrarci in maniera concreta nel mondo del Feng Shui è tuttavia opportuno chiarire il significato del termine Ki o Chi. Ci rifacciamo in primo luogo al significato stesso del termine Feng Shui; il vento disperde il chi, l’acqua lo trattiene. Il Feng Shui è percio’ lo studio delle tecniche che consentono di manipolare il "Chi" nello spazio e nel corpo. Quando si parla di Chi si pensa all’aria, il vento la fa circolare, l’acqua la accumula. Nella pratica è importante comprendere quando questi deve essere disperso e quando invece deve essere raccolto. Sovente il termine "Chi" viene tradotto come energia. Non è sbagliato ma è senz’altro riduttivo. Possiamo intenderlo anche come: vapore, gas, l’aria che respiriamo, l’alito, il soffio della vita, lo spirito, la vita che anima il corpo, gli umori del corpo, le attitudini. Il "Chi" ha due nature: sheng o energia della nascita, della crescita, positiva, favorevole; sha o energia finale, della morte, negativa. Entrambe esistono in natura, bisogna imparare a percepirle e riconoscere. Un buon esercizio che tutti possiamo fare è quello di ricercare nei luoghi dove viviamo il "Chi" negativo ed eliminarlo. Per "Chi" negativo possiamo pensare a: sporcizia, polvere, accumulo di cose rotte o che non servono più, ecc. ecc. Fare pulizia libera il "Chi", lo fa circolare, ci aiuta a vivere meglio Da molti definito l’agopuntura della casa, il Feng Shui è un metodo comprensibile ed efficace per capire le relazioni energetiche che esistono tra noi e una casa o un luogo di lavoro. In questo percorso dobbiamo pero’ accompagnarci sempre al buon senso ed a una sorta di pragmatismo metodologico. Dobbiamo evitare di cadere in errore a causa di falsi concetti o pregiudizi. In questa logica dobbiamo evitare soprattutto di:

  • affidarci in modo indiscriminato all’intuizione. L’intuito è un valore aggiunto in ogni nostro gesto, ma guai concepire una analisi partendo da esso, potremmo procurare enorme danno;
  • pensare che esistano case buone e case cattive, che producono malattie. Sappiamo che non è così, che in ogni abitazione o luogo di lavoro esistono aree favorevoli e settori sfavorevoli;
  • pensare che il Feng Shui possa procurare ricchezza e celebrità. Il Feng Shui ci offre semplicemente una visuale con angolazione diversa della stessa realtà. Siamo abituati a guardare le cose frontalmente e razionalmente, ma esistono altri modi di osservare (sopra, sotto, sinistra, destra ecc.) e di sentire.

Sicuramente non possiamo interessarci della casa senza preoccuparci dell’uomo. Non si puo’ neppure fare a meno di osservare cosa c’è intorno ad essa a procurare influssi più o meno negativi. Esiste un cambiamento perenne. Le cose, le persone, non sono mai uguali. L’obiettivo è quello di trovare un equilibrio armonico sapendo che tutto è in continua mutazione.

scritto da Francesco Rossena

« indietro



Commenti a "Filosofia feng shui"

Eleonora ha detto,

il 23.07.2007 alle ore 15:38

..........................................................................................................

Mi piace tantissimo :-)

Giovanni ha detto,

il 23.07.2007 alle ore 15:44

..........................................................................................................

non ho mai visto niente di più interessante e bello. Complimenti e buona fortuna

Design Tips and Suggestions ha detto,

il 12.10.2007 alle ore 08:28

..........................................................................................................

Design Tips and Suggestions

I couldn’t understand some parts of this article, but it sounds interesting

TIAGA ha detto,

il 03.03.2008 alle ore 20:53

..........................................................................................................

E’ MOLTO INTERESSANTE QUESTA SVOLTA ALLA SOLITA ARCHITETTURA E CREDO SIA UTILE, OLTRE ALLE NOSTRE CONOSCIENZE, ANCHE ALLE NOSTRE CITTA’, AL SENSO COMUNE DELL’ABITARE… DOVREMMO PRENDERE ESEMPIO DELLE NAZIONALITA’ NORDICHE, LE QUALI SI BASANO COMUNQUE SU QUESTI ANTICHI CONCETTI,
BUON LAVORO

Giuliano ha detto,

il 26.07.2008 alle ore 12:27

..........................................................................................................

semplice ed efficace, il feng shui non è mai stato così chiaro ed affascinante per un occidentale che non sa come orientarsi.

Francesco Rossena ha detto,

il 12.02.2009 alle ore 11:29

..........................................................................................................

grazie


Segui i commenti con i feed rss Really Simple Syndication (solo quelli di questa pagina)
o fai un TrackBack dal tuo sito in relazione all'articolo: "Filosofia feng shui".



Invia un commento


torna in alto