Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11

 

PROGETTARE  UN  ALBERGO  CON  IL  FENG  SHUI > Premessa

Il maestro di feng shui studia le forme delle colline o degli edifici che circondano la casa e cerca di armonizzare l’elemento dell’edificio con quello che predomina nell’ambiente circostante. In pratica l’edificio deve fondersi con l’ambiente. A seconda del modo in cui interagiscono l’elemento (o la forma) di una casa e l’elemento dei dintorni può crearsi una situazione favorevole o sfavorevole per gli abitanti dell’edificio. Può così succedere che l’elemento dell’ambiente circostante coincida con quello dell’edificio, oppure che lo preceda o lo segua nel ciclo generativo/ creativo (ad es. terra – metallo; acqua – legno ecc.), o nel ciclo distruttivo (ad es. terra – acqua; metallo –fuoco ecc.). Per esempio, se un edificio moderno, con forme irregolari e ondulate (acqua) si trova situato fra costruzioni a tetto piatto (terra), si vedrà praticamente sotterrato dalla loro energia ( si tratta infatti di due elementi che sono in sequenza distruttiva, di controllo: la terra intorbida l’acqua e le toglie spazio). I grattacieli (legno) attirano e si nutrono dell’energia di facciate di forma irregolare (acqua).

In genere gli esseri viventi (piante, animali, uomini) stimolano e mettono in movimento il “qi” di un luogo. Le piante e gli animali possiedono capacità straordinarie nella lettura delle vibrazioni energetiche di un sito. All’esterno di una casa, un cane o un gatto si sdraieranno sempre nel posto più comodo che sarà però anche il luogo in cui fluisce un buon qi o un particolare qi. Per questo vengono spesso utilizzate immagini di animali particolari sia nell’arredo esterno che in quello interno. Oltre agli animali celesti esistono degli animali protettori della casa, o simboli della perseveranza e del coraggio:

l’orso rappresenta l’ardimento e la forza e i cinesi ritengono che appendere la sua immagine vicino all’ingresso della acasa sia il miglior antidono contro i ladri;

all’elefante si riconoscono qualità di forza, energia intelligenza e sapienza. A Pechino, presso le famose tombe del periodo Ming, il viale principale della necropoli è difeso da una doppia fila di elefanti, in piedi o inginocchiati e, secondo una tradizione locale, ad essi le donne rivolgono preghiere per ottenere discendenza maschile;

Il cavallo come l’elefante è uno dei sette tesori del buddismo. I cinesi non lo considerano un animale celestiale, ma stimano molto la nobiltà del suo portamento;

Il leone è un altro animale sacro del buddismo emblema di energia e ardimento. E’ considerato un protettore straordinario delle residenze e delle pubbliche piazze. E’ uso comune collocare leoni di pietra all’entrata dei templi e delle case delle famiglie benestanti.

Gli antichi cinesi descrivevano il paesaggio ideale mediante immagini liriche e simboli. Il simbolismo dei 4 animali celestiali indica la configurazione ideale del paesaggio secondo il feng shui; la casa deve essere circondata, quasi avvolta dai 4 guardiani, deve trovarsi nel loro grembo. Alle spalle della facciata principale, avrà il sostegno del carapace della tartaruga nera, sotto forma di montagna; di fronte la fenice rossa, un orizzonte libero che offre innumerevoli opportunità; sulla sinistra, guardando dalla casa, le colline del drago verde foriere di abbondanza e prosperità; a destra altre colline più basse, quelle della tigre bianca, che offrono protezione. Ad ognuno di questi animali sono connessi stagioni, colori e direzioni:

tartaruga          nero        nord       inverno               acqua
drago                 verde      est         primavera          legno
fenice                rosso      sud        estate                 fuoco
tigre                   bianco    ovest     autunno              metallo

Il drago: per individuare un buon sito il maestro di feng shui inizia proprio cercando il drago nel rilievo del paesaggio. In Cina si pensa che il fiato o soffio del drago sia energia vitale che apporta ricchezza e prosperità; ciò nasce dalla considerazione che a est nasce il sole, la forza elettromagnetica della terra. I draghi sono considerati animali benefici e protettori, ma possono provocare gravi disgrazie (inondazioni, terremoti, tifoni) se si taglia o ferisce qualche parte del loro corpo, quando si costruiscono opere pubbliche (autostrade, gallerie) senza tener conto della loro presenza. Per questo in oriente, dove i contadini addirittura interpretano come vene e pulsazioni del drago i ruscelli, le correnti sotterranee e gli stagni, sono tanto frequenti proteste popolari per questi motivi.

La fenice: è il re degli animali piumati e possiede tutti gli attributi che abbelliscono gli uccelli del mondo. Secondo le credenze antiche, appare soltanto nelle epoche di pace e di prosperità e simboleggia le opportunità meravigliose, il colore del sole e del fuoco. Le case orientate frontalmente verso la fenice godranno di buona fortuna. Questo piumato rosso rappresenta infatti il sud, l’estate, il calore, l’epoca del raccolto. In un luogo ideale si dovrebbe scorgere verso sud, in lontananza, una piccola roccia che rappresenta la fenice.

La tartaruga: è dotata di un guscio possente e robustissimo, dà sensazione di stabilità e infonde sicurezza. La posizione ideale per lei è quella posteriore, dove, come il suo carapace, fa da scudo infondendo tranquillità e protezione da qualsiasi elemento di disturbo esterno.

La tigre: si situa a destra ed evoca forza fisica potendo sia difendere che attaccare con una certa virulenza. E’ indispensabile per la sopravvivenza ed è sempre all’erta per stanare qualsiasi minaccia. Ci mostra anche la violenza che è insita nella nostra natura e che si può risvegliare in qualsiasi momento.

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11

torna in alto