Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11


PROGETTARE  UN  ALBERGO  CON  IL  FENG  SHUI > UN  ESEMPIO  CONCRETO  -  HOTEL  DOLOMITEN,  Monguelfo  (BZ)

FILOSOFIA DEL PROGETTO

L’intero progetto parte da una lettura dell’ambiente esterno per riuscire a cogliere in un primo tempo la relazione che esiste tra questo e l’edificio preso in esame, per poter valutare se c’è un equilibrio armonico tra l’edificato e la natura circostante, negli obbiettivi del feng shui questi si dovrebbero quasi fondere tra loro. Esiste poi uno spazio cuscinetto che si viene a creare tra esterno ed interno, il Ming Tang, al quale va dedicata una particolare cura ed attenzione. Una sorta di limbo attraverso il quale ci si isola dal resto del mondo per entrare in uno spazio più personale ed accogliente. E’ la zona nella quale è stata pensata la fontana come elemento di richiamo dalla quale, attraverso un percorso d’acqua, veniamo guidati all’interno del ristorante, nella zona del bar, al banco del quale si avviluppa e stringe. L’energia, la forza dell’ambiente esterno, viene calamitata e trasportata all’interno. Sono le vene del drago, l’animale che rappresenta la linfa vitale, la forza elettromagnetica della terra che serpeggiano a nutrire l’ambiente albergo.

Tutti gli interventi realizzati o in corso di realizzazione tendono ad identificare nelle varie aree dell’hotel che tipo di energia favorire. Nel feng shui tutto ciò che vediamo e che ci circonda è riconducibile ad un elemento. Ne esistono 5, Legno, Fuoco, Terra, Metallo, Acqua, in relaione dinamica di nutrimento, di sostegno o di indebolimento e controllo tra di loro. Una volta stabilito che l’energia da attivare e stimolare è ad esempio di tipo Fuoco si interviene sul luogo con l’impiego di materiali, forme, colori appartenenti a questo elemento (sostegno) o a quello che nel ciclo generativo lo nutre, il Legno. La difficoltà sta proprio nell’individuare il tipo di energia e nell’introdurre i giusti interventi necessari all’ottenimento di un equilibrio armonico.

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11

torna in alto