Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11

METODOLOGIA > Feng Shui

1. Analisi generale

Contesto esterno - L’appartamento analizzato fa parte di uno stabile ad angolo al civico 10 di via Guicciardini, strada a fondo cieco con traffico strettamente locale e residenziale, in zona centrale a Milano. L’edificio, recentemente ristrutturato e in buone condizioni di manutenzione, è munito di servizio di portineria e parcheggio a scheda multipiano. Dalla via Guicciardini si accede mediante portone carraio e pedonale alla corte interna dove si affacciano i portoncini delle diverse scale. L’appartamento in questione è situato al primo piano della scala "B" che è una scala molto buia, nella quale è stato ricavato l’ascensore, intervento che ha ridotto in modo rilevante il vano di passaggio pedonale (circa 70 cm.). Il sopralluogo ha evidenziato un contesto generale che si può definire chiuso, generalmente privo di aperture e di luce. Nella scala di accesso al piano si ha una effettiva difficoltà a camminare a causa di spazi comuni drasticamente ridotti dalla ristrutturazione per la posa dell’ ascensore.

Contesto interno - L’appartamento, si affaccia su una zona cieca del pianerottolo, è dotato di un portoncino a due ante con ridotto spazio di passaggio e di una seconda porta interna che crea qualche difficoltà al movimento. E’ costituito da un bagno, una cucina, un ingresso-corridoio e da un locale soggiorno/notte. La superficie totale dell’appartamento, che affaccia sulla via Guicciardini (lato est) con due finestrature, è di circa 30 mq. Finiture interne medie, pavimento in cotto e legno, l’appartamento è in situazione di discreta manutenzione. Il posizionamento di un armadio a giorno nel corridoio d’ingresso riduce notevolmente l’agibilità di questo spazio. Spazi piuttosto esigui anche nei locali del bagno e della cucina. I rapporti tra la luce, gli spazi e l’aereazione generale degli ambienti non sono adeguati a garantire una idonea abitabilità. Come si è visto i locali sono tendenzialmente piccoli, mal distribuiti e poco illuminati, ed esiste un serio problema a trovare spazio per le cose oltre che per le persone. E’ in genere percepibile una oggettiva difficoltà alla circolazione del chi. La zona ingresso è poi molto buia, si fatica a muoversi per la presenza di un armadio/guardaroba a giorno, oltre che per la sovrapposizione delle due porte di ingresso. La prima sensazione è di essere respinti verso l’esterno.


 

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11

torna in alto